Il 25 aprile 1945 l'Italia si liberava dagli orrori della guerra e della dittatura fascista. Ora abbiamo bisogno di una nuova liberazione da una nuova e più sottile dittatura, che ci rende succubi delle mode e della superficialità: ora è il momento di lottare contro corruzione, speculazione e ignoranza, che fanno del nostro bel paese un posto difficile dove vivere, quando ci sarebbe in abbondanza per vivere bene tutti. Noi facciamo la nostra piccola parte di resistenza quotidiana (non è facile di questi tempi fare impresa in Italia, sostenendo le produzioni locali attente ai diritti dei lavoratori e all'ambiente) cercando ogni giorno i mezzi e la motivazione per andare comunque avanti. Solo con il vostro sostegno potremo avere successo e dimostrare che si può e si deve fare impresa etica, l'unica in grado di preservare la cultura, l'ambiente e i posti di lavoro, sostenendo una filiera che dà valore alle relazioni e dignità alle persone, che ci fa sentire orgogliosi e felici di vivere in Italia.