Le scarpe che produciamo sono figlie di un’idea che ha governato le nostre scelte sin dall’inizio: la bellezza non deve essere separata dalla comodità, dal rispetto per la salute delle persone che le portano, dal rispetto per l’ambiente che ci ospita e nel quale l’uomo ha trovato accoglienza per la propria specie e dal rispetto per il lavoro e la cultura che con cura realizza quella fascinazione.

 

Abbiamo cercato di coniugare quel pensiero di bellezza attraverso l’incontro magico che abbiamo avuto con le pelli conciate con TANNINI.

Abbiamo capito subito che quella era la strada per scegliere le materie prime più adatte alla natura del nostro piede e le prove della bontà della scelta le abbiamo ottenute attraverso i complimenti di chi ha indossato le nostre scarpe.

 

QUALI SONO I VANTAGGI RILEVATI DAI NOSTRI CLIENTI?

  • sudore rimosso dal piede

  • mancanza di cattivo odore

  • anallegicità per la mancanza di metalli pesanti all’interno della scarpa

  • stagionalità allungata per la capacità  di climatizzare il piede

     

MA LA SCIENZA PUO’ DARCENE PROVA?

Per fare ciò abbiamo unito le forze con una startup collegata alla facoltà di MICROBIOLOGIA dell'Università di Bologna, per studiare in modo approfondito il Microbiota del piede.

 

Abbiamo realizzato 15 paia di scarpe in cui la sinistra aveva fodere di sintetico e la destra era foderata con le pelli con cui sono foderate le nostre scarpe. Le abbiamo fatte portare a 15 studenti e ogni 7 giorni si sono fatti dei tamponi per verificare la flora batterica che si sviluppa all’interno della scarpa. Con un sequenziatore di DNA si sono cercati i ceppi batterici che si sviluppano all’interno.

Il piede possiede una sua specifica comunità batterica, un “microbiota tipico”.

 rVRyr8VAXrVddK8Xr4t6Fcq9RcbZpcF0SmB-MzF9

 

Dunque il piede ha una sua tipica carica batterica un “MICROBIOTA TIPICO”,   che viene portato all’interno della scarpa dal piede stesso, assieme a tutte le tossine ecc., i batteri si alimentano, crescono e producono cattivo odore.

La scoperta più interessante, per noi di Ragioniamo con i Piedi, è stata che la scarpa rivestita delle nostre pelli (cioè la destra) ha dimostrato l’interessante capacità di controllare lo sviluppo batterico mantenendo in equilibrio il microbiota del piede. Nella scarpa realizzata con fodera sintetica ciò non è avvenuto ed i batteri hanno potuto alimentarsi e svilupparsi indisturbati producendo l’odoraccio che conosciamo.

 

Non solo, la capacità di assorbenza delle pelli fa sì che i batteri vengano controllati, nel loro sviluppo, e le comunità batteriche rimangono in equilibrio.

 

Quindi le pelli conciate con estratti vegetali si comportano in modo da mantenere in equilibrio la flora batterica tipica del piede, facendolo vivere nel suo ambiente naturale senza alterazioni.

 

Il lavoro di studio è stato molto complesso ma in estrema sintesi è successo quello che vi ho raccontato.

 

ECCO LA NOSTRA BELLEZZA!

 

Dunque, ancora una volta la natura ci indica la strada per il suo rispetto e per quello del nostro corpo. La natura possiede soluzioni e le offre a noi umani affinché ne facciano buon uso. Noi abbiamo il compito di utilizzare questa grande bellezza declinandola in oggetti salubri ed esteticamente belli.

Non concludo affermando che le nostre scarpe sono belle, questo devono dirlo i nostri clienti. Per noi lo sono soprattutto perché non vi è conflitto fra natura e materie prime. Vi è equilibrio

 

XGXr_ZfBJhcsWoqpY5abDo68dCqMm2xFlnUKVcce

Beatles donna mora