Sono tre i motivi per cui amiamo la nostra vera pelle: è sostenibile, è riciclabile ed è artigianale, e sono questi i tre fattori che la rendono di qualità superiore, permettendoci così di creare scarpe durevoli, efficienti ed eco-sostenibili. Le nostre scarpe sono uniche nel loro genere, create con passione e professionalità.

Cosa ci permette di realizzare i nostri gioiellini?
È la nostra pelle conciata artigianalmente con i tannini che ci permette di foderare scarpe sportive o eleganti con materiali totalmente naturali, rispettando il piede e le sue necessità. Ed è per questo che noi di Ragioniamo con i Piedi abbiamo deciso di parlare di lei, la pelle, la vera pelle. Perché vogliamo far sapere a tutti cosa voglia dire tradizione e vogliamo metterti al corrente di come, attraverso pochi, precisissimi passaggi e ingredienti naturali, sia possibile trasformare ciò che nasce come scarto di lavorazione in un’opera d’arte.


Storia della “Vera Pelle”: la concia vegetale

Il processo di concia al vegetale per lavorare quella che noi chiamiamo la vera pelle, non l’abbiamo inventato noi, anzi. Questo procedimento è antichissimo e affonda le sue radici nella Preistoria.
È però in Toscana che ha conosciuto il suo massimo splendore ed è qui che secolarmente i grandi maestri conciatori si tramandano i preziosi trucchi del mestiere, oggi custoditi gelosamente. In realtà, anche la concia, come tutto, non è immune al passare del tempo e ai giorni nostri ha subito qualche piccola miglioria permessa dagli avanzati progressi tecnologi che tanto (forse anche troppo) contraddistinguono la nostra epoca.
Il risultato? Le concerie oggi lavorano con passione ed esperienza impiegando gli antichi metodi tradizionali che rendono le pelli grezze del cuoio naturale e resistente, rispettando totalmente l’ambiente e la natura, impiegando tannini naturali provenienti dagli alberi di quebracho, castagno e mimosa, i più pregni di questa sostanza.


Il tannino per la lavorazione della vera pelle artigianale

Il protagonista della concia al vegetale della pelle oggi è il tannino, una particolare sostanza che si trova concentrata in numerosi tipi di alberi e piante. Noi oggi utilizziamo una speciale mistura di tannini derivati dagli alberi di castagno, mimosa e quebracho, un albero argentino ricco di questa sostanza, importantissima perché conferisce alla pelle conciata resistenza e unicità.
Sono proprio i tannini che rendono la pelle magicamente inossidabile e immune al passare del tempo, che sembra scorrere su di lei e renderla ancora più bella. Infatti, la pelle invecchia, ma non si rovina mai, si plasma sui nostri ritmi e sullo scorrere delle nostre giornate, acquisendo segni e caratteristiche dovute all’usura che la rendono indelebilmente nostra.

I tannini sono speciali e importanti anche perché conferiscono il particolare colore e aroma della pelle. Hai presente quelle sfumature calde tipiche del pellame, quel sottotono mogano che tende a riaffiorare in superficie con il passare del tempo? È tutto merito dei tannini che, naturalmente, riescono a conferire questa sfumatura mai uguale, ma diversa di pelle in pelle, facendo sì che ogni pezzo sia unico e irripetibile nel suo genere, dotato di un’aurea particolare che contraddistingue anche il prodotto finito.
È proprio questa la filosofia che sta dietro al concetto di “vera pelle”: come la natura non crea cose in serie, ma elementi unici e perfettamente distinguibili, allora la concia al vegetale ne rispetta i principi dando vita a pezzi singolari e irripetibili, utilizzando solo ciò che la natura ci offre, ovvero pelle, legni ed estratti vegetali.


Come nasce la vera pelle artigianale

La nostra vera pelle, unica nel suo genere, è trattata con rispetto e amore già dal principio, da quando è ancora lontana dal diventare il cuoio durevole e resistente che contraddistingue le nostre calzature. 

Per diventare la nostra pelle deve attraversare un ciclo produttivo artigianale curato in ogni minimo dettaglio, il cui impatto ambientale è minimizzato al massimo. La pelle che utilizziamo, infatti, è quella dei bovini destinati all’industria alimentare. Ciò fa sì che nessun animale venga abbattuto unicamente per la concia, che va invece a lavorare rifiuti organici industriali che altrimenti causerebbero gravi problemi di smaltimento.

Le pelli vengono dunque immerse in vasche piene di acqua e tannini, a una temperatura di circa 25-28°, sulle quali galleggiano dei bancali in movimento che permettono una migliore penetrazione delle sostanze.

Anche in questo caso, si tenta di minimizzare l’impatto ambientale: l’acqua utilizzata per la concia viene infatti recuperata e destinata ad attività secondarie, in modo da poter riutilizzare tutte le risorse impiegate per la lavorazione. Il pelo viene dunque estratto e utilizzato per la creazione di fertilizzanti mentre i fanghi vengono raccolti e impiegati nel settore edile per la produzione dei laterizi. Più ecologico di così!

L’asciugatura dei gropponi, ovvero del pellame estratto dalle vasche, avviene al riparo dai raggi solari per evitare l’ossidazione dei tannini. In questo modo, si preservano le reali sfumature e gli aromi della pelle, che altrimenti andrebbero persi, rendendola unica e inimitabile. 

Alla fine della lavorazione le pelli, ormai conciate, passano in un bottale, dove si fa l’ingrasso. I bottali girano a una velocità molto rapida necessaria per scaldare il cuoio e fare in modo che la sostanza grassa penetri all’interno, rendendo la pelle lucida ed elastica.


La vera pelle oggi: ecco cosa ci rende diversi

La nostra vera pelle italiana è anche la tua. Il nostro modo di lavorare, con materie prime di qualità uniche nel loro genere, permette di creare delle calzature personalizzate, nel rispetto di te e delle tue esigenze. Dimentica le scarpe industriali, dimentica i materiali scadenti e abbraccia la nostra filosofia, che come principio fondamentale ha il rispetto, per te e per l’ambiente.

A differenza delle scarpe industriali, realizzate velocemente e con materiali scadenti per stare dietro alla “fast fashion”, le nostre scarpe vengono realizzate su misura, rispettando le esigenze del tuo piede.
La pelle conciata al vegetale non viene trattata con sostanze tossiche, come coloranti o metalli pesanti tipo nichel e cromo VI, nocive per l’uomo e per l’ambiente. In questo modo il rischio di reazioni allergiche da contatto è pari a zero.
Inoltre, rivestire la scarpa con pelle conciata al vegetale vuol dire rendere la calzatura altamente traspirante: dì pure addio ai piedi sudati o al terribile “effetto forno” che si va a creare l’estate, quando per un motivo o per l’altro si è costretti ad indossare scarpe chiuse. Con le nostre calzature, realizzate in vera pelle artigianale italiana, il tuo piede sarà sempre asciutto e confortevole, togliendoti da ogni disagio e imbarazzo ed eliminando il rischio di ristagno del sudore e il proliferare di batteri.
Inoltre, quando ci vengono commissionate calzature, teniamo conto di particolari esigenze del piede, come l’alluce valgo o altri problemi che potrebbero farti trovare scomoda una calzatura ed è così che lavoriamo la nostra vera pelle artigianale (sì, ripetiamo che si tratta di vera pelle per distinguere i nostri materiali da certe industrialate che si trovano in giro e che vengono etichettate come “vera pelle” quando non lo sono) per rendere la tua calzatura un pezzo unico e personalizzato.
È proprio qui che sta il concetto di rispetto: nessuno di noi è stato creato in serie e nessuno al mondo è uguale a te. È qua che sta l’esigenza di ascoltarti e capire cosa cerchi in una calzatura adatta al tuo modo di essere.

Non ti nascondiamo, però, il nostro impegno anche a livello ambientale. Molte aziende oggi utilizzano la plastica e derivati per la tomaia della scarpa, ma è inutile dirlo: la plastica è il grande male del pianeta e oggi, più che mai, è necessario e doveroso eliminarla, soprattutto considerato che le sue microparticelle, ormai, sono arrivate anche nell’acqua. Nella speranza che la scienza e il progresso possano risolvere questa situazione, ognuno di noi deve impegnarsi per minimizzare l’impatto ambientale. Ed è anche per questo che noi di Ragioniamo con i Piedi difendiamo e sosteniamo la vera pelle artigianale che, una volta esaurito il suo ciclo di vita, dopo molti e molti anni, può essere facilmente smaltita, proprio perché totalmente naturale. Ma tranquillo, perché prima di gettare via le tue calzature ci vorranno anni. Realizzate a mano, le nostre scarpe permettono di estrarre comodamente la suola, unica parte che è possibile rovinare a causa dell’usura. Dunque, ti basterà portare il tuo paio dal ciabattino e cambiare la suola, in modo da poterlo utilizzare ancora a lungo.

Dunque, ecco cos’è la vera pelle artigianale: storia, tradizione, rispetto, sostenibilità e altruismo. Puoi dire lo stesso della pelle industriale?